Skip to main content
materassi antidecubito

▷ Materassi antidecubito in vendita online: i migliori [2020]

I materassi anti decubito possono rivelarsi fondamentali in alcuni casi.

La salute è davvero importante e quando questa va a mancare per qualche ragione ecco che ce ne rendiamo immediatamente conto.

Purtroppo nella vita possono capitare situazioni inaspettate e difficili.

Un grave incidente, un’operazione chirurgica importante, una malattia. Tutti eventi che possono richiedere un periodo più o meno lungo di immobilità a letto.

Restare sempre nella stessa posizione e distesi sempre sullo stesso materasso, però, può portare a notevoli problemi e disagi. Ecco, quindi, che in questi casi è bene avere uno dei migliori materassi anti decubito in commercio.

Quando ci si appresta ad acquistare questo tipo di oggetto, però, è bene fare una scelta ben consapevole e ben ponderata così da poterne trarre i massimi benefici.

Scopriamo insieme tutte le caratteristiche e le informazioni che ti possono essere utili in questa scelta.

Materassi anti decubito migliori: le caratteristiche

Prima di tutto cerchiamo di capire cosa s’intende veramente con la dicitura “materasso anti decubito“.

In pratica è un vero e proprio dispositivo medico che aiuta a prevenire ferite e lesioni dovute da un’eccessiva immobilità.

Restare fermi a letto per lungo tempo, infatti, porta ad un contatto tra pelle e materasso a lungo andare irritante per l’epidermide.

Inoltre, la pressione esercitata dal corpo porta a creare delle vere e proprie lesioni alla pelle soprattutto nelle zone in cui le ossa sono più sporgenti.

Le finalità di un materasso anti decubito, quindi, sono:

  • attutire la pressione del corpo sul materasso
  • distribuire al meglio il peso del corpo
  • garantire una perfetta traspirabilità della pelle
  • disperdere il calore eccessivo del corpo

Ora che sai qual è il vero utilizzo di questo oggetto sei pronto per scoprire anche qualcosa di più a riguardo.

Materassi anti decubito migliori: le diverse tipologie

Partiamo subito con il dire che, questo tipo di materasso, non ha la classica forma di qualsiasi altra tipologia, ma è una specie di copri materasso da porre sopra a quello già in possesso.

Questo dispositivo medico si può dividere in tre grandi macro gruppi:

  • materasso anti decubito in tessuto
  • materasso anti decubito ad aria
  • materasso anti decubito ad acqua

La tipologia in tessuto è composta da grandi maglie che vanno e creare una grande traspirabilità ed una sorta di aria tra il materasso e la pelle.

È sicuramente molto leggero e comodo, ma non è altamente consigliato per chi ha una degenza molto lunga da affrontare.

La tipologia ad aria, invece, è sicuramente la più diffusa grazie alla sua grande efficacia.

È composto da piccole bolle d’aria che si gonfiano e sgonfiano a seconda del peso del corpo e della posizione assunta. Ovvio che necessita di un compressore collegato il cui utilizzo può essere continuo od alternato a seconda della necessità.

Ottimo non solo per evitare lesioni alla pelle, ma anche per mantenere la muscolatura attiva.

Infine, ecco la tipologia ad acqua. Ha un pò la stessa funzione di quello ad aria, con la differenza che non necessita di nessun compressore in quanto l’acqua si sposta e gestisce in modo autonomo.

Per quanto sia efficace bisogna dire che è particolarmente pesante e quindi difficile da gestire.

Alcuni pazienti, poi, hanno affermato di avere un pò di nausea dopo un periodo prolungato passato su questo tipo di materasso.

Come puoi vedere puoi davvero trovare molte scelte nel mercato.

Quella che riteniamo la migliore è sicuramente la tipologia ad aria, ma è importante parlare ed ascoltare anche i consigli dei medici in quanto ogni situazione è a sé.

Materassi anti decubito migliori: le dimensioni

Parlando di materassi diventa d’obbligo guardare subito anche le dimensioni e la struttura del tutto.

Solitamente, il materasso anti decubito, è pensato per una singola persona, e di conseguenza anche per un letto singolo.

La larghezza, quindi, è pressoché standard e si aggira sui 90 cm.

L’unica variante è sulla lunghezza che varia da modello a modello.

Il consiglio che ti diamo è quello di optare per una lunghezza che sia almeno di 2-3 metri in modo da poter fissare il dispositivo medico bene al letto ed evitare spostamenti che sarebbero solo che inutili e controproducenti.

Ottimo, poi, se sono presenti anche due lembi lisci alle estremità (ovvero senza aria od acqua) in modo da favorirne il fissaggio.

Per quanto riguardo lo spessore, invece, solitamente si va dai 7 ai 12 cm.

La regola è che, maggiore è lo spessore maggiore sarà anche la comodità data dal materasso.

Importante poi anche la portanza che deve essere di almeno 100 kg. Se il peso del paziente è maggiore ovvio che si deve valutare attentamente questo dato.

Parlando della tipologia ad aria, poi, è necessario dare un occhio anche al numero di celle che può andare da 100 a 170 o più.

Materassi anti decubito migliori: il compressore

Visto che la tipologia più efficace, e quindi anche la più prescritta, è quella ad aria, ci sembra giusto darti qualche accenno anche sul compressore che ti servirà per il corretto funzionamento del tutto.

Come potrai immaginare, il compressore funziona tramite energia elettrica ed andrà ad immettere aria all’interno delle celle del materasso.

L’aria può essere emessa in modo continuo oppure in modo alternato a seconda della prescrizione medica ricevuta.

Il ciclo alternato, solitamente, prevede un gonfiaggio alternato delle celle con lassi di tempo che vanno dai 5 ai 12 minuti.

Una delle funzioni che indicano che un compressore sia davvero ottimo è la possibilità di regolare la pressione dell’aria a seconda del peso del paziente.

Altri dettagli da osservare sono:

  • la rumorosità. Devi tenere presente che sarà sempre vicino al letto del paziente, e quindi meno è rumoroso meglio è. Solitamente, i modelli in commercio, non superano i 30 dB;

  • la potenza. Più che il voltaggio è bene guardare il numero di litri al minuto. Un buon parametro è sicuramente quello dei 7 litri.

Materassi anti decubito migliori: il materiale

Infine, essendo un oggetto che andrà a stretto contatto con la pelle, ci sembra giusto esaminare un pò anche il materiale dei diversi materassi.

Essendo dispositivi medici, in linea di massima, la qualità è sempre piuttosto alta.

Se si tratta di un modello in tessuto è importante che quello utilizzato sia antiallergico e traspirante. Ottimi, quindi, tutti i tessuti naturali come ad esempio il semplice cotone.

Inoltre, se vi è un copri sfoderabile e lavabile ancora meglio.

La maggior parte dei materassi, comunque, sono costituiti da nylon o PVC.

In questi casi è importante che i materiali utilizzati siano perfettamente liberi da sostanze tossiche e siano di alta qualità per evitare usure nel tempo.

Altro dettaglio da non sottovalutare, poi, che tutti dovrebbero essere in materiale ignifugo.

I migliori materassi anti decubito scelti da noi

Ora le informazioni che hai in merito sono davvero tante e puoi affrontare le diverse offerte del mercato in maniera più consapevole.

Abbiamo pensato, però, di darti un altro aiuto in più e di indicarti alcuni dei migliori materassi anti decubito in commercio.

Non ti resta che trovare quello perfetto per le tue esigenze.

Materasso anti decubito POLYPLOT

Ora ti vogliamo presentare un modello un pò diverso da tutti gli altri.

Si tratta di un modello in poliuretano espanso ad alta densità.

Questo materiale ha una grande resistenza nel tempo e soprattutto garantisce una perfetta traspirabilità.

La superficie presenta delle precise scanalature che sono necessarie per permettere una perfetta circolazione e sostegno del corpo nelle sue diverse parti.

La dimensione è di 90 cm di larghezza per 2 metri di lunghezza.

Ci teniamo a precisare, però, che è indicato solamente per chi ha un’immobilità a letto non troppo estesa nel tempo. In questi casi, infatti, aiuta anche nel recupero rendendolo più veloce.

Materasso Mobiclinic Mobi 2

Ecco un’altro della tipologia ad aria, d’altronde è la più diffusa ed anche tra le più efficaci in assoluto.

Ha una portanza fino a 140 kg ed è molto indicato anche per chi ha già delle piaghe in atto.

Il materiale con cui è costruito è un PVC di alta qualità.

Non è composto dalle classiche bolle d’aria, ma da celle d’aria. Sono ben 20 e si gonfiano e sgonfiano in modo alternato grazie al compressore in dotazione.

Il compressore ha una portata d’aria che va da 6 a 8 litri al minuto ed esegue cicli da 6 minuti circa.

La lunghezza del materasso in questione è di 2 metri con un’altezza di 9,5 cm.

Kit antidecubito AnteaMED

Ecco un materasso ottimo ed ad un prezzo davvero ragionevole.

Si tratta di un modello ad aria con una lunghezza di 2 metri e munito di due lembi per ogni estremità lunghi ben 50 cm.

Ha un’altezza di 7 cm e tutta la struttura è composta da 130 bolle che si riempiono e svuotano di aria grazie al compressore incluso.

Il compressore incluso ha il flusso d’aria alternato e può essere impostato a seconda delle necessità.

Ogni ciclo ha una durata di 6 cm.

Ritornando al materasso, invece, esso ha una portanza fino ai 130 kg e risulta essere molto comodo.

Fatto interamente in PVC.

AIESI Materasso Antidecubito 

Altro materasso anti decubito ad aria, molto simile al precedente ma con un prezzo leggermente più basso.

La struttura è composta da 130 celle e la lunghezza è di 2 metri.

Ha un’altezza di 7 cm che risulta essere molto comoda per il paziente.

La portata è davvero alta visto che può sostenere fino a 150 kg.

Il compressore è incluso e funziona anche tramite un ciclo alternato di 6 minuti circa.

Molto silenzioso ha una portata d’aria pari a 6-7 litri al minuto, quindi più che efficiente.

Il materasso è in PVC ed è molto semplice da fissare grazie ai lembi alle estremità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *